Commento al Vangelo del giorno: Sabato 21 Gennaio 2023

Il Vangelo di oggi: Mc 3,20-21

Gesuu-e-i-discepoliI suoi dicevano: “E’ fuori di sé”.
In quel tempo, Gesù entrò in una casa e di nuovo si radunò una folla, tanto che non potevano neppure mangiare. Allora i suoi, sentito questo, uscirono per andare a prenderlo; dicevano infatti: «È fuori di sé».

Commento al Vangelo del giorno:

Noi spesso ci lasciamo guidare, nel nostro rapporto con i poveri dalla razionalità, dalla prudenza, dalla logica del mondo, ma il Vangelo ci insegna che l’amore non deve avere limiti, l’amore deve essere esagerato. Questo però non vuol dire agire in maniera irrazionale e sconsiderata, ma agire col cuore. Non possiamo elargire amore come se fosse una carità calcolata. L’amore non è far cadere qualche monetina dall’alto della nostra superbia quasi senza guardare il fratello bisognoso che abbiamo davanti. Amare vuol dire accogliere e calarsi nella povertà dell’altro per essergli fratello, per camminare con lui. Finchè avremo paura di sporcarci le mani, non saremo seguaci di Cristo. Finchè non saremo giudicati come i pazzi di Gesù, non avremo adempiuto alla nostra missione. L’indifferenza, che è peggio della cattiveria, è non vedere l’altro, pensare che la vita dell’altro non sia affar nostro, far sentire l’altro invisibile. Per il cristiano non fare il bene equivale già a fare il male. Don Milani sulla porta della sua scuola scrisse una frase divenuta poi famosa: I care (mi riguarda).

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker