Vangelo di oggi

Commento al Vangelo del giorno:Lunedì 27 Dicembre 2021 – Chi si lascia amare capisce di più, capisce prima

il Vangelo di oggi: Gv 20,2-8

sepolcro_vuoto

Il primo giorno della settimana, Maria di Màgdala corse e andò da Simon Pietro e dall’altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!». Pietro allora uscì insieme all’altro discepolo e si recarono al sepolcro. Correvano insieme tutti e due, ma l’altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro. Si chinò, vide i teli posati là, ma non entrò. Giunse intanto anche Simon Pietro, che lo seguiva, ed entrò nel sepolcro e osservò i teli posati là, e il sudario – che era stato sul suo capo – non posato là con i teli, ma avvolto in un luogo a parte. Allora entrò anche l’altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette.

Commento al Vangelo del giorno:

«Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!»

Giovanni evangelista. Colui che è volato alto, ha saputo fissare lo sguardo verso il sole; come sanno fare le aquile. Quel bimbo è il Verbo di Dio, che ha piantato la tenda in mezzo a noi. Cose da vertigini!
Certo Giovanni ha percorso tanta strada. Solo alla Pasqua capiamo davvero chi il piccolo Gesù. Perciò in questi giorni di Natale leggiamo il Vangelo della risurrezione: per legare i misteri della fede. Il bambino che veneriamo è già il crocifisso e il risorto!
Giovanni corre più veloce, arriva per primo a capire il segreto della vita. Chi si lascia amare capisce di più, capisce prima, capisce più a fondo. Entra, vede e crede. Crede perché i segni sono eloquenti soprattutto per il cuore che sa leggerli.
Così anch’io: discepolo non perché perfetto, ma perché amato.

   

il Podcast di don Luciano