Cosa domandare?

domandare

“Chiedete” dice Gesù.
L’Evangelista utilizza la forma verbale dell’imperativo per invitare a chiedere come tenacia, senza stancarsi , non perché Dio sia indaffarato o svogliato, ma perché del Suo dono illimitato ognuno riceverà in proporzione al desiderio.
Se non otteniamo è perche chiediamo con cuore cattivo, senza fiducia e umiltà, o perché chiediamo cose non buone (Sant Agostino )

Il credente che coltiva il dubbio nel proprio cuore ingrossa di nuvole nere il proprio cielo. Egli crede che, non esaudendo i suoi piccoli sogni quotidiani, Dio sia lontano o assente.

In realtà Dio, dona sempre una risposta, anche se non in linea alle aspettative . Quando le risposte dall’Alto sono diverse dalle attese del cuore umano, ci si sente scossi sin dalle fondamenta.

don luciano vitton meaEppure tali terremoti, sono talvolta più benefici delle attese, perché mettono a nudo l’immaturità della propria vita e di Fede e rimettono sulla strada di Dio. Le delusioni umane si trasformano in “benedizioni” perché risintonizzano su Dio e sul senso autentico della preghiera. Come ricorda l’Apostolo delle Genti .
“Nemmeno sappiamo che cosa sia conveniente domandare, ma lo Spirito stesso intercede con insistenza per noi e colui che scruta i cuori sa quali sono i desideri dello Spirito (Rom 8,26-27)

Saggezza è imparare a chiedere ciò che veramente serve , cioè le cose che durano per sempre.

don Luciano Vitton Mea

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker