Vangelo di oggi

IL VANGELO DEL GIORNO – giovedì 27 APRILE

Gv 6,44-51 Io sono il pane vivo, disceso dal cielo.

In quel tempo, disse Gesù alla folla: «Io sono il pane della vita; chi viene a me non avrà fame e chi crede in me non avrà sete, mai! Vi ho detto però che voi mi avete visto, eppure non credete. Tutto ciò che il Padre mi dà, verrà a me: colui che viene a me, io non lo caccerò fuori, perché sono disceso dal cielo non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato. E questa è la volontà di colui che mi ha mandato: che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato, ma che lo risusciti nell’ultimo giorno. Questa infatti è la volontà del Padre mio: che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno».

Parola del Signore

Contemplo

Il brano che ci viene proposto di questo “Discorso del pane di vita” ci mostra un Gesù che rivela alla folla il senso vero, autentico, della sua missione: salvare l’uomo dal peccato e renderlo libero. Egli si propone come nutrimento vero, indica se stesso come “pane di vita”, come la nuova manna. Il Padre che lo ha mandato vuole che nulla della sua opera si perda. Il cibo che l’uomo deve cercare è fare la volontà del Padre per avere la vita in abbondanza, e non mendicare per sopravvivere. In Cristo siamo amati e rigenerati, chiamati a nuova vita.

Commento al Vangelo del giorno

Gesù si rivela come il pane, cioè l’essenziale, il necessario per la vita di ogni giorno. Non un pane tra tanti altri, ma il pane della vita. In altre parole, noi, senza di Lui, più che vivere, vivacchiamo: perché solo Lui ci nutre l’anima, solo Lui ci perdona da quel male che da soli non riusciamo a superare, solo Lui ci fa sentire amati se tutti ci deludono, solo Lui ci dà la forza di amare, solo Lui ci dà la forza di perdonare nelle difficoltà, solo Lui dà al cuore quella pace di cui va in cerca, solo Lui dà la vita per sempre quando la vita quaggiù finisce. E’ il pane essenziale della vita […]. “Io sono il pane della vita”, riassume veramente tutto il suo essere e tutta la sua missione. Lo si vedrà pienamente alla fine, nell’Ultima Cena. Gesù sa che il Padre gli chiede non solo di dare da mangiare alla gente, ma di dare sé stesso, di spezzare sé stesso, la propria vita, la propria carne, il proprio cuore perché noi possiamo avere la vita.

(Papa Francesco – Angelus, 8 agosto 2021)

   

il Podcast di don Luciano