Vangelo di oggi

IL VANGELO DEL GIORNO – mercoledì 14 GIUGNO

Mt 5,17-19 Non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento.

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli : «Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento. In verità io vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà un solo iota o un solo trattino della Legge, senza che tutto sia avvenuto. Chi dunque trasgredirà uno solo di questi minimi precetti e insegnerà agli altri a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno dei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà, sarà considerato grande nel regno dei cieli».

Parola del Signore

Contemplo

“Tu sei santo, Signore nostro Dio”. La tua santità riconosciamo, Signore, nel tuo amore per la giustizia e nella tua volontà che ha stabilito ciò che è retto. Ti ringraziamo per la pazienza con cui perdoni le nostre superficialità, gli usi disinvolti e gli abusi delle nostre misere libertà, le presunzioni di abolire dettagli. Irrobustisci la nostra disponibilità, ora timida ora energica, a seguire chi ci vai inviando come guide che riflettono sul volto il fulgore dello Spirito e come testimoni della grande importanza di perseverare nella custodia operosa della tua alleanza con noi e della nostra alleanza con te, che sei il Santo, Signore Dio nostro. Ci accompagnino Gesù il Cristo, tuo Figlio e nostro Signore, nel compimento del servizio nel regno dei cieli, e il vigore del tuo Santo Spirito, nel maturare la vita vera che egli ci dà.

Commento al Vangelo di oggi

Vivere la propria fede come rapporto d’amore con Cristo significa anche essere pronti a rinunciare a tutto ciò che costituisce la negazione del suo amore. Ecco perché Gesù ha detto agli Apostoli: “Se mi amate, osserverete i miei comandamenti”. Ma quali sono i comandamenti di Cristo? Quando il Signore Gesù insegnava alle folle, non mancò di confermare una legge che il Creatore aveva iscritto nel cuore dell’uomo ed aveva poi formulato sulle tavole del Decalogo. “ Non pensate che io sia venuto ad abolire la legge o i profeti; non sono venuto ad abolire, ma per dare compimento. In verità vi dico: finchè non siano passati il cielo e la terra, non passerà dalla legge neppure uno iota o un segno, senza che tutto sia compiuto” (Mt 5,17-18). Gesù però ci ha mostrato con una nuova chiarezza il centro unificante delle leggi divine rivelate sul Sinai, cioè l’Amore di Dio e del prossimo: “Amare Dio con tutto il cuore e con tutta la mente e con tutta la forza e amare il prossimo come se stessi vale di più di tutti gli olocausti e sacrifici” (Mc 12,33). Anzi, Gesù nella sua vita e nel suo mistero pasquale ha portato a compimento tutta la legge. [….] In questo spirito Gesù formulò il suo elenco degli atteggiamenti interiori di coloro che cercano di vivere profondamente la fede: Beati i poveri in spirito, quelli che piangono, i miti, quelli che hanno fame e sete di giustizia, i misericordiosi, i puri di cuore, gli operatori di pace, i perseguitati a causa della giustizia…(cfr Mt 5,3-!2)

   

il Podcast di don Luciano