Mantenersi fedeli all’amore di Dio

“…se il malvagio si converte dalla sua malvagità, egli fs vivere se stesso…” (Ez 18,25-28)
Il comportamento di Dio, in certi momenti, può destare perplessità e dare adito a dubbi: perché punire il giusto che ha sbagliato o perdonare il malvagio che si converte? In realtà, Dio vuol far comprendere al popolo d’Israele l’importanza della responsabilità personale di fronte alle scelte che si compiono: nessuno può dare la colpa o il merito agli altri della propria perdizione o salvezza. Questo è un grande insegnamento anche per noi: il Paradiso o l’Inferno non sono un colpo di fortuna o di malasorte. Al contrario, ognuno costruisce già sulla terra il suo futuro eterno: dunque è necessario chiedere a Dio il dono della perseveranza e fare di tutto per mantenersi fedeli al suo amore, per poter contemplare un giorno il suo volto.

Leggi il Commento al Vangelo di oggi