Commento al Vangelo del giorno: 02 Gennaio 2021

Il Vangelo di oggi: Gv 1,19-28

giovanni battistaQuesta è la testimonianza di Giovanni, quando i Giudei gli inviarono da Gerusalemme sacerdoti e levìti a interrogarlo: «Tu, chi sei?». Egli confessò e non negò. Confessò: «Io non sono il Cristo». Allora gli chiesero: «Chi sei, dunque? Sei tu Elìa?». «Non lo sono», disse. «Sei tu il profeta?». «No», rispose. Gli dissero allora: «Chi sei? Perché possiamo dare una risposta a coloro che ci hanno mandato. Che cosa dici di te stesso? ». Rispose: «Io sono voce di uno che grida nel deserto: Rendete diritta la via del Signore, come disse il profeta Isaìa». Quelli che erano stati inviati venivano dai farisei. Essi lo interrogarono e gli dissero: «Perché dunque tu battezzi, se non sei il Cristo, né Elìa, né il profeta?». Giovanni rispose loro: «Io battezzo nell’acqua. In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete, colui che viene dopo di me: a lui io non sono degno di slegare il laccio del sandalo». Questo avvenne in Betània, al di là del Giordano, dove Giovanni stava battezzando.

Medita:

Aiutaci, scopri come

Giovanni Battista è consapevole che la sua missione è più importante della sua identità. Non è importante per la gente conoscere il suo nome, quanto piuttosto sapere quale è l’incarico che Dio gli ha affidato. Anzi, nella sua persona identità e missione si identificano, fino al punto che egli dirà di sé di essere semplicemente una voce che parla a nome del Signore. Come sarebbe bello se ogni cristiano potesse far splendere, attraverso la sua vita, la missione che Dio gli ha affidato! Essere voce che parla a nome di un Altro, senza volere che i fratelli si attacchino a noi, ma solo a Gesù Cristo: non importa se poi si dimenticano di te; essi si sono avvicinati a lui, e questa è l’unica cosa che conta davvero.

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker