Commento al Vangelo del giorno: 08 Luglio 2020 – La meravigliosa vocazione che il Signore affida a ciascuno

Il Vangelo di oggi: Mt 10,1-7

ascoltare gesuIn quel tempo, chiamati a sé i suoi dodici discepoli, Gesù diede loro potere sugli spiriti impuri per scacciarli e guarire ogni malattia e ogni infermità. I nomi dei dodici apostoli sono: primo, Simone, chiamato Pietro, e Andrea suo fratello; Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni suo fratello; Filippo e Bartolomeo; Tommaso e Matteo il pubblicano; Giacomo, figlio di Alfeo, e Taddeo; Simone il Cananeo e Giuda l’Iscariota, colui che poi lo tradì. Questi sono i Dodici che Gesù inviò, ordinando loro: «Non andate fra i pagani e non entrate nelle città dei Samaritani; rivolgetevi piuttosto alle pecore perdute della casa d’Israele. Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino».

Contemplo:

La libertà:
Ti ringraziamo Signore, per avere la pazienza di cercarci sempre e di aspettarci, anche se noi alle volte ci dimentichiamo di te. Insegnaci, ti preghiamo, a diventare tuoi figli, capaci di camminare sulla strada che ci indichi per conquistare la nostra libertà, la libertà di essere felici con te. Grazie, Signore, per averci posto accanto tanti amici, tanti fratelli e sorelle che ci vogliono bene, tante persone disposte ad ascoltarci, a camminare con noi per scoprire quanto è bello essere figli di un Padre buono come te che ci chiami ad essere liberi, liberi di accogliere il tuo amore, di amare come tu ci hai amato.

Commento al Vangelo del giorno:

Se anche prendessimo le distanze più estreme dal Signore, rimarremmo pur sempre sua vite, scelta e curata da lui, che ci ha amato per primo e ci chiama per nome. Se non tutti hanno questa certezza, in tutti però vi è questa speranza. Perciò il profeta ci esorta a vivere il tempo come la felice opportunità di trovare, sempre di nuovo, il volto del Signore, splendente di bontà e di misericordia, giustizia e salvezza, che si volge a noi per quello che siamo, ma non ci lascia come siamo, perché l’amore trasforma. Chi ne fa esperienza riceve il potere dello Spirito Santo, per essere a sua volta portatore di un amore che trasforma la realtà: è la meravigliosa vocazione che il Signore affida a ciascuno, scegliendo per noi una piccola porzione di mondo. Strada facendo il vangelo si diffonde inarrestabile.