Commento al Vangelo del giorno: 10 Giugno 2020 – La legge scritta sul cuore dei viventi

Il Vangelo di oggi: Mt 5,17-19

10 comandamentiIn quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento. In verità io vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà un solo iota o un solo trattino della Legge, senza che tutto sia avvenuto. Chi dunque trasgredirà uno solo di questi minimi precetti e insegnerà agli altri a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno dei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà, sarà considerato grande nel regno dei cieli».

Contemplo:

Non si è raffreddato:
Si, anche il sole perderà il suo splendore, la luna diventerà rossa di sangue, il mare scomparirà e il cosmo sprofonderà tra i lamenti. Ma il gruppo di coloro nei quali l’amore non si è raffreddato riuscirà a salvarsi, e il vortice non potrà inghiottirli perché si trovano al sicuro nella pace del Padre. Uno solo si farà incontro al mondo in sfacelo, perché egli è il Re. E nel suo nome i cristiani attraversano già fin da ora la terra vittoriosi pur morendo, come poveri e tuttavia immensamente ricchi. Essi sono veramente grandi, essi appartengono al Signore.

Commento al Vangelo del giorno:

“Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento…”
Quando sono scesa dal Sinai nelle braccia di Mosè, ero un dono grande per tutti gli uomini dal cuore di pietra, come le tavole su cui ero scritta. E brillavo anch’io come il volto di chi mi trasportava, perché eravamo un riflesso del volto di Dio. Ma con l’andar dei secoli, nonostante l’intervento dei profeti, avevo perso il mio splendore, appesantita anche da un cumulo di precetti aggiunti dai troppo saccenti. Sentivo che però si stava preparando qualcosa di nuovo, che non avrebbe cancellato il buono che stava con me, ma l’avrebbe portato a perfezione. E infatti è arrivato Gesù e, con lo Spirito Santo, mi ha liberato delle vecchie schiavitù, mi ha reso contemporaneamente più leggera e più esigente, scritta non più sulla pietra priva di vita, ma sul cuore di carne dei viventi.