Il Santo del giorno – 10 Giugno – Beato Edoardo Poppe

edoardo poppeLo hanno definito il «pedagogista dell’Eucaristia». Nato a Temsche in Belgio il 18 dicembre 1890, entrò in seminario a Gand a tredici anni; più tardi, durante il servizio militare di leva, si iscrisse nella facoltà di filosofia nell’università cattolica di Lovanio. Tra i soldati di distinse per lo zelo con cui sapeva diffondere la devozione all’Eucaristia e alla Madonna. Rientrato in seminario per gli studi filosofici e teologici, nel 1914 fu richiamato alle armi passando al servizio della Croce Rossa come addetto alle ambulanze e all’assistenza infermieristica dei feriti di guerra. Il 1°maggio 1916 fu ordinato sacerdote e iniziò il suo apostolato in una parrocchia di Gand, facendosi subito amare soprattutto dalla povera gente che vedeva in lui il prete santo, distaccato, umile, che trascorreva ore nell’adorazione eucaristica, di giorno e di notte. Incaricato di preparare i bambini, quasi tutti figli di socialisti e anticlericali, alla prima Comunione, formò un corpo di catechiste eucaristiche che si moltiplicò in tutta la diocesi e per le quali ideò il metodo educativo eucaristico. Istituì anche la “Lega della Comunione frequente” per i fanciulli e le operaie. Nel 1918 fu trasferito a Moerzeke-lez-Termonde come direttore in un convento delle suore di S. Vincenzo de’ Paoli e lì produsse le sue opere migliori, tra cui si segnalano La direzione spirituale dei fanciulli, Salviamo gli operai, Apostolato eucaristico parrocchiale, L’Amico dei fanciulli, che raggiunse subito duecentomila copie in lingua fiamminga, e soprattutto Il metodo educativo catechistico, definito dal cardinale Mercier «un piccolo capolavoro». Sofferente di cuore, costretto a trascorrere le giornate su una poltrona, era visitato frequentemente da sacerdoti che gli chiedevano consiglio, e che erano da lui spronati alla vita interiore, al culto eucaristico e mariano, nonché all’apostolato catechistico. Morì nel convento di Moerzeke il 10 giugno 1924 e fu beatificato da Giovanni Paolo II il 3 ottobre 1999