Commento al Vangelo del giorno: 13 Agosto 2021 – Scegliere ciò che sta all’origine

Il Vangelo di oggi: Mt 19,3-12

In quel tempo, si avvicinarono a Gesù alcuni farisei per metterlo alla prova e gli chiesero: «È lecito a un uomo ripudiare la propria moglie per qualsiasi motivo?». Egli rispose: «Non avete letto che il Creatore da principio li fece maschio e femmina e disse: “Per questo l’uomo lascerà il padre e la madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una sola carne”? Così non sono più due, ma una sola carne. Dunque l’uomo non divida quello che Dio ha congiunto». Gli domandarono: «Perché allora Mosè ha ordinato di darle l’atto di ripudio e di ripudiarla?». Rispose loro: «Per la durezza del vostro cuore Mosè vi ha permesso di ripudiare le vostre mogli; all’inizio però non fu così. Ma io vi dico: chiunque ripudia la propria moglie, se non in caso di unione illegittima, e ne sposa un’altra, commette adulterio». Gli dissero i suoi discepoli: «Se questa è la situazione dell’uomo rispetto alla donna, non conviene sposarsi». Egli rispose loro: «Non tutti capiscono questa parola, ma solo coloro ai quali è stato concesso. Infatti vi sono eunuchi che sono nati così dal grembo della madre, e ve ne sono altri che sono stati resi tali dagli uomini, e ve ne sono altri ancora che si sono resi tali per il regno dei cieli. Chi può capire, capisca».

Contemplo:

Unisciti alla mia volontà
Abita in me come nella tua dimora preferita; ricordati: colui che dimora in me porta molto frutto. Abita la mia preghiera. Penetra nel flusso incessante dei desideri, delle lodi, dell’azione di grazie che emana dal mio cuore. Abita la mia volontà. Unisciti alla mia volontà su di te e a tutti i miei disegni d’amore. Abita le mie piaghe. Esse sono sempre vive fino a quando il mondo non sarà interamente riconciliato in me. Attingi in esse la forza del sacrificio e delle scelte dolorose in nome dei tuoi fratelli. Le tue decisioni possono essere decisive per molti. Abita il mio cuore. Lasciati infiammare dal suo calore di carità. Ah, se davvero tu potessi diventare incandescente!

Commento al Vangelo del giorno:

“Per questo l’uomo lascerà il padre e la madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una sola carne”? Così non sono più due, ma una sola carne. Dunque l’uomo non divida quello che Dio ha congiunto». La carne non si divide. Oggi dividiamo tutto, separiamo, abbandoniamo, dimentichiamo. In nome di una libertà sovrana e despota seguiamo ciò che sta in mezzo: le medietà e mediocrità del nostro interesse, quello che adesso sentiamo positivo ed esaltante, quello che non ci scomoda. Gesù Cristo ci insegna che occorre di nuovo scegliere ciò che sta all’origine, che è anche il fine a cui dobbiamo tendere. Riscegliere la comunione che ci precede e ci ha generati, che ci caratterizza irrevocabilmente. Oggi l’unità duratura spaventa, è vista come minaccia alla propria insindacabile libertà. Le scelte per rimanere uniti nella fedeltà, anche faticosa, sono ripudiate. Il matrimonio è sacramento della comunione trinitaria: tutti siamo creati per non stare soli e per vivere relazioni di appartenenza e donazione.

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker