Commento al Vangelo del giorno: 13 Gennaio 2021 – Per questo infatti sono venuto!

Il Vangelo di oggi: Mc 1,29-39

mano-apertaIn quel tempo, Gesù, uscito dalla sinagoga, subito andò nella casa di Simone e Andrea, in compagnia di Giacomo e Giovanni. La suocera di Simone era a letto con la febbre e subito gli parlarono di lei. Egli si avvicinò e la fece alzare prendendola per mano; la febbre la lasciò ed ella li serviva. Venuta la sera, dopo il tramonto del sole, gli portavano tutti i malati e gli indemoniati. Tutta la città era riunita davanti alla porta. Guarì molti che erano affetti da varie malattie e scacciò molti demòni; ma non permetteva ai demòni di parlare, perché lo conoscevano. Al mattino presto si alzò quando ancora era buio e, uscito, si ritirò in un luogo deserto, e là pregava. Ma Simone e quelli che erano con lui, si misero sulle sue tracce. Lo trovarono e gli dissero: «Tutti ti cercano!». Egli disse loro: «Andiamocene altrove, nei villaggi vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!». E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demòni.

Contemplo:

Quando lo senti vicino:
C’è un modo solo di sentirti vicino a Dio ed è quello di sentir vicino il tuo fratello. Se un uomo lontano da te mille chilometri soffre la fame e tu riesci a sentirlo, allora Dio ti è vicino. Se una povera donna in una notte scura, quando nessuno può vederla, piange e tu la vedi, ti è accanto. Quando agli estremi confini della terra viene insozzata l’innocenza di un bambino e tu ti stracci i vestiti per la vergogna, allora Dio è con te. Dio non è con quelli che hanno da mangiare in abbondanza e non si sognano neppure di pensare che altri abbiano fame. Dio non è mai con quelli che fanno troppo rumore per non sentire il pianto di chi soffre. Dio è lontano da chi non vendica l’offesa del debole. Dio lo si vede e lo si sente con questo cuore aperto. Quando gli uomini non riescono più a moltiplicare i pani per i loro fratelli, vuol dire che Dio non abita più nei loro cuori.

Commento al Vangelo del giorno:

«Andiamocene altrove, nei villaggi vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!».
“Con tutti i luoghi comuni a proposito delle suocere, avreste potuto pensare che quella febbre che mi teneva a letto fosse provvidenziale e Simone e Andrea fossero ben contenti di respirare un po’, liberi dalla mia invadenza. E invece sono stati proprio loro a parlare di me a Gesù, non perché mi togliesse la parola come l’aveva tolta al demonio nella sinagoga, ma perché mi guarisse! Ed è avvenuto proprio così: mi ha teso la mano, gliel’ho afferrata, e ho sentito un grande refrigerio invadermi tutta. Mi sono ritrovata in piena forma e sono saltata giù dal mio giaciglio più vispa che mai! Che potevo fare? Stare con le mani in mano? Mi sono messa subito al lavoro: Gesù e i suoi discepoli dovevano pur mangiare qualcosa, le loro giornate erano sempre faticose e neppure di sera li lasciavano in pace. Poi so già come sono fatti: oggi sono qui, domani vanno altrove, se non mi sbrigo a ricambiare il bene ricevuto, chissà quando si ripresenterà l’occasione!”.