Commento al Vangelo del giorno: 14 Gennaio 2021 – Parla di speranza, di misericordia

Il Vangelo di oggi: Mc 1,40-45

In quel tempo, venne da Gesù un lebbroso, che lo supplicava in ginocchio e gli diceva: «Se vuoi, puoi purificarmi!». Ne ebbe compassione, tese la mano, lo toccò e gli disse: «Lo voglio, sii purificato! ». E subito, la lebbra scomparve da lui ed egli fu purificato. E, ammonendolo severamente, lo cacciò via subito e gli disse: «Guarda di non dire niente a nessuno; va’, invece, a mostrarti al sacerdote e offri per la tua purificazione quello che Mosè ha prescritto, come testimonianza per loro». a quello si allontanò e si mise a proclamare e a divulgare il fatto, tanto che Gesù non poteva più entrare pubblicamente in una città, ma rimaneva fuori, in luoghi deserti; e venivano a lui da ogni parte.

Contemplo:

Arriva quando meno l’attendo:
E’ lui che decide l’ora dell’appuntamento e io non posso criticarlo. Di solito capita che, quando l’attendo, non viene, e quando non l’attendo, viene. Tutti lo chiamano nella grande liturgia del Natale e lui non viene; nella miseria della Quaresima, quando tutti chiudono gli occhi, viene. E forse ha ragione di trattarci così, perché noi ci arroghiamo anche il diritto di farlo venire quando vogliamo. Ma poi c’è anche il pericolo che sciupiamo le nostre forze a gridare l’attesa e, quando viene, non abbiamo più energie affettive per riceverlo. Ciò che mi fa paura in questo non dar appuntamento è che, se non riesco sempre a rimanere inattesa, egli arriverà come un ladro. Quell’ora sarebbe terribile.

Commento al Vangelo del giorno:

Aiutaci, scopri come

E si che Gesù gli aveva detto di starsene zitto: ma come poteva tenersi dentro tutta la gioia che provava nel sentirsi guarito? Ed ecco allora questi annunciare a tutti le meraviglie che aveva sperimentato sulla propria pelle: “Gesù di Nazareth mi ha guarito dalla lebbra! L’ho pregato, mi ha guardato con occhi misericordiosi, mi ha toccato, proprio me che la legge proibiva di avvicinare! E per incanto il mio terribile male è scomparso! Poi il suo sguardo si è fatto più duro, mi ha detto che se dicevo in giro quel che era successo erano guai! Ma forse l’ha fatto perché è così umile, non vuole troppa pubblicità… e allora gli disobbedisco, ma solo per amore, per riconoscenza, perché anche voi abbiate fede in lui! Parla di speranza, di misericordia, di giustizia: ascoltate la sua voce! Compie gesti prodigiosi che donano pace e conforto agli oppressi: abbiate fiducia in lui! E così quasi senza accorgersene, sono diventato anch’io annunciatore della buona novella!”

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker