Commento al Vangelo del giorno: 22 Gennaio 2021 – Essere con lui…

Il Vangelo di oggi: Mc 3.13-19

dodici apostoliIn quel tempo, Gesù salì sul monte, chiamò a sé quelli che voleva ed essi andarono da lui. Ne costituì Dodici – che chiamò apostoli –, perché stessero con lui e per mandarli a predicare con il potere di scacciare i demòni. Costituì dunque i Dodici: Simone, al quale impose il nome di Pietro, poi Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni fratello di Giacomo, ai quali diede il nome di Boanèrghes, cioè “figli del tuono”; e Andrea, Filippo, Bartolomeo, Matteo, Tommaso, Giacomo, figlio di Alfeo, Taddeo, Simone il Cananeo e Giuda Iscariota, il quale poi lo tradì.

Contemplo:

La mia casa:
Quando comanda Dio nel mio cuore, dev’essere aperto a tutti, non posso più fare un a cernita d’amici e nemici. Devo spalancare a tutti il mio piccolo cuore. Egli ha diritto d’impormi tutti gli uomini. Devo svestirmi di ogni potere d’imporre i miei gusti e avere anche l’arbitrio della casa. M’è venuto in casa un petulante che avrei evitato volentieri, ora è lui che l’accoglie e che lo tratta con tanta pazienza che l’altro prolunga la sua sosta. Lui ha lasciato aperta la porta anche a un ladro che ha fatto man bassa anche dei soldi che c’erano in un cassetto. Ciò che più mi ha indisposto è stato un bellimbusto che è venuto in casa mia ad offendermi con insulti e accuse ingiuste, mentre Dio era lì che non mi permetteva di scacciarlo e n eppure di vendicarmi. Avrei volentieri risparmiato sul riscaldamento, che incide parecchio sull’equilibrio economico, ma Dio mi teneva il broncio e ho dovuto alzarlo. Naturalmente non lo faceva per sé, Lui non ha bisogno di caldo, ma per tutti gli ospiti. Avrei lasciato volentieri le finestre aperte per qualche istante, ma c’erano i diritti di un antipatico infermo che lui aveva lasciato entrare, e così non potevo aprire nemmeno le finestre.

Commento al Vangelo del giorno:

“…chiamò a sé quelli che voleva ed essi andarono da lui. Ne costituì Dodici – che chiamò apostoli …”
Dal mare Gesù sale sul monte. Sullo sfondo di queste immagini che richiamano il libro dell’Esodo nasce una nuova alleanza in continuità con il mistero di Israele: dodici uomini voluti e chiamati da Gesù per stare con lui e per essere mandati ad annunciare la grazia liberante che li ha attratti. Intimità e missione caratterizzanoquesto gruppo eterogeneo di uomini chiamati a fare del loro privilegio un esempio, un modello di Chiesa chiamata ad estendere a tutti l’amore con cui è amata. Conoscere questo amore infatti vuol dire anche responsabilità di annunciare la salvezza ricevuta. Anche noi siamo chiamati perché amati: chiediamo al Signore la grazia di essere con lui, di desiderarlo sopra ogni cosa, perché anche altri ne siano conquistati.

L’audio commento di don Luciano: