Commento al Vangelo del giorno: 24 maggio 2021 – La salvezza viene solo da Dio

Il Vangelo di oggi: Mc 10,17-27

 

ricchezza

In quel tempo, mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro e, gettandosi in ginocchio davanti a lui, gli domandò: «Maestro buono, che cosa devo fare per avere in eredità la vita eterna?». Gesù gli disse: «Perché mi chiami buono? Nessuno è buono, se non Dio solo. Tu conosci i comandamenti: “Non uccidere, non commettere adulterio, non rubare, non testimoniare il falso, non frodare, onora tuo padre e tua madre”». Egli allora gli disse: «Maestro, tutte queste cose le ho osservate fin dalla mia giovinezza». Allora Gesù fissò lo sguardo su di lui, lo amò e gli disse: «Una cosa sola ti manca: va’, vendi quello che hai e dallo ai poveri, e avrai un tesoro in cielo; e vieni! Seguimi!». Ma a queste parole egli si fece scuro in volto e se ne andò rattristato; possedeva infatti molti beni. Gesù, volgendo lo sguardo attorno, disse ai suoi discepoli: «Quanto è difficile, per quelli che possiedono ricchezze, entrare nel regno di Dio!». I discepoli erano sconcertati dalle sue parole; ma Gesù riprese e disse loro: «Figli, quanto è difficile entrare nel regno di Dio! È più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno di Dio». Essi, ancora più stupiti, dicevano tra loro: «E chi può essere salvato?». Ma Gesù, guardandoli in faccia, disse: «Impossibile agli uomini, ma non a Dio! Perché tutto è possibile a Dio».

Contemplo:

Essere afferrato da Gesù
“Io sono stato afferrato da Gesù Cristo.” (Fil 3,11) Non ho detto che ho raggiunto Cristo; ho detto che egli ha raggiunto me. Non ho detto che ho scoperto qualche bella idea o prospettiva di vita, o cose simili; del resto avevo già molte idee, anche in campo religioso. La novità non è stata per me acquisire qualche idea nuova, ma incontrare un nuovo interlocutore divino e umano, Gesù di Nazaret. Veramente questo incontro ha letteralmente rivoluzionato la mia vita. E non devi intendere la mia conversione a Cristo semplicemente come un fatto personale. La scoperta di Cristo ha voluto dire, per me, chi egli era in realtà, e quale era il senso della sua venuta e della sua morte e risurrezione per tutti gli uomini: la salvezza non passa più attraverso l’antica legge; passa attraverso Gesù Cristo.

Commento al Vangelo del giorno:

«Quanto è difficile, per quelli che possiedono ricchezze, entrare nel regno di Dio!». I discepoli erano sconcertati dalle sue parole; ma Gesù riprese e disse loro: «Figli, quanto è difficile entrare nel regno di Dio! È più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno di Dio». Perché se ne andò rattristato quell’uomo che osservava tutti i comandamenti della legge, cercava la vita eterna e, unico in tutti i vangeli, fu fissato e amato da Gesù? L’evangelista Marco dice che possedeva molti beni. Forse si tratta non solo di una ricchezza materiale, fatta di denaro e potere, ma forse anche di un sentirsi già salvato, di ritenersi auto salvato attraverso le proprie opere buone. Gesù invece vuole dirci che la salvezza viene solo da Dio, che la vita eterna, la pienezza della vita, è un dono da accogliere, un dono proveniente e gratuito che non si merita, ma ricevuto con stupore e gratitudine.

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker