Commento al Vangelo del giorno: 29 Luglio 2021 – La cosa di cui abbiamo bisogno

ll Vangelo di oggi: Gv 11,19-27

camminareIn quel tempo, molti Giudei erano venuti da Marta e Maria a consolarle per il fratello. Marta dunque, come udì che veniva Gesù, gli andò incontro; Maria invece stava seduta in casa. Marta disse a Gesù: «Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto! Ma anche ora so che qualunque cosa tu chiederai a Dio, Dio te la concederà». Gesù le disse: «Tuo fratello risorgerà». Gli rispose Marta: «So che risorgerà nella risurrezione dell’ultimo giorno». Gesù le disse: «Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà; chiunque vive e crede in me, non morirà in eterno. Credi questo?». Gli rispose: «Sì, o Signore, io credo che tu sei il Cristo, il Figlio di Dio, colui che viene nel mondo».

Contemplo:

Una missione
Ciò che è sicuro, che conviene ed è vantaggioso, rappresenta l’unità di misura costante adottata da coloro che, in primis, dovrebbero fare della propria vita una missione. Scegliere invece la giustizia, l’amore, l’impegno per gli altri è un rischio che si cerca di evitare. Così si diventa meschini, gretti, mediocri, si è incapaci di un atto libero e gratuito, al punto tale che, se qualcuno si rivela generoso viene sospettato di inganno o bollato di ingenuità o leggerezza. La lezione evangelica del perdere per trovare è disprezzata, il dare non è più gioioso del ricevere; ma alla fine, una vita senza rischio o sfida, senza generosità e libertà è simile ad un noioso pomeriggio invernale trascorso in casa, lasciando gocciolare le ore…

Commento al Vangelo del giorno:

“Gesù entrò in un villaggio e una donna di nome Marta lo accolse nella sua casa”.

Più volte, nel suo camminare, Gesù è entrato in questa casa: una casa accogliente per la presenza di tre fratelli, tre amici: Lazzaro, Marta e Maria. Di Lazzaro Gesù aveva detto: “L’amico nostro si è addormentato”, dopo aver ricevuto da parte delle sorelle la notizia che colui amava era malato. Di Maria Gesù ha detto che ha scelto la parte migliore, quando, seduta ai suoi piedi, ascoltava la sua parola. E di Marta conserviamo l’esortazione a non affannarci per molte cose, perché di una cosa sola c’è bisogno; e questa cosa è la fede in Gesù. Marta l’ha capito benissimo e nel momento della morte di Lazzaro ce ne dà una testimonianza splendida: “Si, o Signore, io credo che tu sei il Cristo. Il Figlio di Dio

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker