Commento al Vangelo del giorno: 30 Gennaio 2021 – Nella bufera!

Il Vangelo di oggi: Mc 4,35-41

maltempoIn quel medesimo giorno, venuta la sera, Gesù disse ai suoi discepoli: «Passiamo all’altra riva». E, congedata la folla, lo presero con sé, così com’era, nella barca. C’erano anche altre barche con lui. Ci fu una grande tempesta di vento e le onde si rovesciavano nella barca, tanto che ormai era piena. Egli se ne stava a poppa, sul cuscino, e dormiva. Allora lo svegliarono e gli dissero: «Maestro, non t’importa che siamo perduti?». Si destò, minacciò il vento e disse al mare: «Taci, càlmati!». Il vento cessò e ci fu grande bonaccia. Poi disse loro: «Perché avete paura? Non avete ancora fede?». E furono presi da grande timore e si dicevano l’un l’altro: «Chi è dunque costui, che anche il vento e il mare gli obbediscono?».

Advertisements

Medita:

Quando viviamo situazioni di sofferenza o di male e ci sembra di essere in mezzo a bufere, tempeste di mare, nelle quali non si intravede una via d’uscita, un barlume di speranza; quando il Signore sembra lontano, assopito, il suo linguaggio silenzioso, la sua presenza impercettibile, allora è il tempo di gridare a lui le nostre paure, consegnare senza pudore le nostre sofferenze perché si renda presente nella barca della nostra vita. Il suo invito a non temere è sicura speranza, forza che rinvigorisce il nostro passo stanco. L’incontro con lui non prescinde dalle nostre paure o dalle nostre angosce, la sua parola entra nella storia segnata dal male o dal peccato perché diventi luogo di incontro, via di salvezza e riconciliazione. L’invito di Gesù ad avere fede, confidenza in lui, sprigioni la passione e la dedizione a continuare nell’oggi la nostra sequela certi di non essere mai soli nella barca della nostra vita: il vivente è il dolce amico, al quale consegnare fiduciosi la nostra umana debolezza.

Advertisements

L’audio commento di don Luciano: