Commento al Vangelo del giorno: 30 ottobre 2020 – Signore, insegnami a porre l’uomo al centro delle mie scelte

Il Vangelo di oggi: Lc 14,1-6

anima uomoUn sabato Gesù si recò a casa di uno dei capi dei farisei per pranzare ed essi stavano a osservarlo. Ed ecco, davanti a lui vi era un uomo malato di idropisìa. Rivolgendosi ai dottori della Legge e ai farisei, Gesù disse: «È lecito o no guarire di sabato?». Ma essi tacquero. Egli lo prese per mano, lo guarì e lo congedò. Poi disse loro: «Chi di voi, se un figlio o un bue gli cade nel pozzo, non lo tirerà fuori subito in giorno di sabato?». E non potevano rispondere nulla a queste parole.

Contemplo:

Perchè è il Paradiso:
Questo mio fratello, che per l’istinto è l’inferno, deve diventare il mio paradiso per la fede. Infatti il credente non guarda l’uomo dalle finestre, ma dal suo intimo. E’ nell’intimo che s’accende la luce della grazia e può trasfigurare il nostro fratello. Ricordate la luce del Tabor? (mt 17,1-9; Mc. 9,2-10; Lc 9,28-36). Faceva tutto bello anche a Pietro, così attaccato alla terra com’era. La fede dona agli uomini anche più antipatici e indisponenti una dimensione nuova, che li fa diventare creature di paradiso. C’è però sempre il pericolo di guardare gli uomini dalle solite finestre e di non tener conto della luce intima. Allora bisogna montar di guardia e, ogni volta che viene un’ombra, vuol dire che abbiamo guardato dalla finestra e la colpa è nostra. Se guardiamo con la fede, tutto è paradiso, perché tutto è luce.

Commento al Vangelo del giorno:

La mia anima danza, sorride, batte le mani, Signore, quando ascolto brani come quello del vangelo odierno. Colpisci al cuore l’ipocrisia con uno stile unico: non punti il dito, non mortifichi… solamente domandi.
Crei imbarazzo senza timore perché lo fai per il bene vero dell’uomo, di quello che ti chiede aiuto e di coloro che non sanno di aver bisogno di te. Prendi tutti nella tua rete, con un colpo divero maestro.Due cose ti chiedo mioSignore: insegnami a porre l’uomo ed il suo bene al centro delle mie scelte, sempre, in ogni circostanza, senza paura di andare controcorrente; insegnami la tua santa astuzia, la tua capacità di verità nell’amore, nella carità. Per riuscire a guardarel’altro con il tuo sguardo,pensare a lui con il  tuo cuore, andargli incontro con il tuo amore. Guida i miei passi sulla strada che hai tracciato per me.