Commento al Vangelo del giorno: 7 Giugno 2021 – Diventare strumenti di misericordia

ll Vangelo di oggi: Mt 5,1-12a

beatitudiniIn quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo:
«Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati quelli che sono nel pianto, perché saranno consolati.
Beati i miti, perché avranno in eredità la terra.
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati per la giustizia, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia.
Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli.
Così infatti perseguitarono i profeti che furono prima di voi».

Contemplo:

Amati da Dio
Sono stati prodotti i mezzi che potrebbero portare alla distruzione della vita degli uomini sulla terra; perciò tutti possono giungere a capire che Gesù Cristo ha detto la verità. Se fosse giusto odiare e vendicarsi, tutti gli uomini andrebbero inevitabilmente verso la distruzione; però possiamo e dobbiamo imparare ad amarci perché Gesù stesso ha incarnato il principio dell’Amore. Il sacrificio sulla croce e l’annuncio dell’amore di Dio per ciascuno di noi costituisce un unicum: in Gesù Cristo siamo riscattati da un uomo come noi, nel quale possiamo vincere la paura della morte e non peccare più! Egli stesso ha rivelato che tutti siamo amati da Dio, però possiamo imparare ad amarci gli uni gli altri solo se crediamo in Dio-Amore e impariamo ad usare la ragione per conoscere noi stessi.

Commento al Vangelo del giorno:

“Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli..”
Il brano delle beatitudini che oggi ascoltiamo presenta la carta d’identità di Gesù. Gesù è l’uomo delle beatitudini e chiama ogni discepolo a seguirlo sulla stessa strada. Come ha fatto lui Signore e Maestro, così anche noi siamo invitati a vivere: poveri, miti, cercatori di giustizia, operatori di pace, puri di cuore, capaci di portare le sofferenze, pur nel pianto e nella persecuzione, che l’essere discepoli può comportare. San Paolo ci assicura che in ogni genere di afflizione possiamo sperimentare la consolazione di Dio e divenire anche noi capaci di consolare i fratelli che sono provati dalla sofferenza. La comunione con Cristo, il nostro essere suoi discepoli, ci rende capaci di vivere le beatitudini e di diventare strumenti di misericordia per i fratelli.

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker