Commento al Vangelo del giorno: Lunedì 02 Maggio 2022 – Non di solo pane vive l’uomo

Il Vangelo di oggi: Gv 6,22-29

il pane

Il giorno dopo, la folla, rimasta dall’altra parte del mare, vide che c’era soltanto una barca e che Gesù non era salito con i suoi discepoli sulla barca, ma i suoi discepoli erano partiti da soli. Altre barche erano giunte da Tiberìade, vicino al luogo dove avevano mangiato il pane, dopo cheil Signore aveva reso grazie. Quando dunque la folla vide che Gesù non era più là e nemmeno i suoi discepoli, salì sulle barche e si diresse alla volta di Cafàrnao alla ricerca di Gesù. Lo trovarono di là dal mare e gli dissero: «Rabbì, quando sei venuto qua?».
Gesù rispose loro: «In verità, in verità io vi dico: voi mi cercate non perché avete visto dei segni, ma perché avete mangiato di quei pani e vi siete saziati. Datevi da fare non per il cibo che non dura, ma per il cibo che rimane per la vita eterna e che il Figlio dell’uomo vi darà. Perché su di lui il Padre, Dio, ha messo il suo sigillo». Gli dissero allora: «Che cosa dobbiamo compiere per fare le opere di Dio?». Gesù rispose loro: «Questa è l’opera di Dio: che crediate in colui che egli ha mandato».

Contemplo:

Una grande sfida:
Viviamo in un tempo per tanti caratterizzato dalla non speranza. In questi anni sono crollate le ideologie e i profeti che le predicavano, mentre è cresciuta la consapevolezza della nudità e povertà dell’uomo. Essere cristiani del nostro tempo è riscoprire, per noi e per l’intero mondo, la speranza: di non essere soli, di avere prospettive, di poter fare dei progetti, di saper scegliere. Questa è la silenziosa sfida dei cristiani nell’attuale cultura ed è allo stesso modo , la sfida che la fede stessa rivolge ai cristiani.

Commento al Vangelo del giorno:

“In verità, in verità io vi dico: voi mi cercate non perché avete visto dei segni, ma perché avete mangiato di quei pani e vi siete saziati. Datevi da fare non per il cibo che non dura, ma per il cibo che rimane per la vita eterna….”

La folla continua a cercare Gesù e lo rincorre per mare e per terra, finchè lo trova. Ma Gesù conosce i cuori e sa che le intenzioni di questa ricerca non sono proprio disinteressate, e lo dice apertamente: “Mi cercate perché avete mangiato di quei pani”. Certo il problema del pane e della fame saziata è essenziale per soddisfare il primo bisogno dell’uomo. Ma non è tutto e Gesù lo dice che non di solo pane vive l’uomo. Egli vuole portarci più in là e scoprire che il vero pane è lui stesso, che ci sazierà per la vita eterna. Signore, donaci la fede per comprendere che tu solo sei l’unico, grande, esistenziale bisogno del nostro cuore, tu l’unico cibo che sazia la nostra fame di infinito.

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker