Commento al Vangelo del giorno: Mercoledì 15 settembre 2021 – La madre di tutti i credenti

Il Vangelo di oggi: Gv 19,25-27

chi e mia madreIn quel tempo, stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria madre di Clèopa e Maria di Màgdala. Gesù allora, vedendo la madre e accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: «Donna, ecco tuo figlio!». Poi disse al discepolo: «Ecco tua madre!». E da quell’ora il discepolo l’accolse con sé.

 

Contemplo:

Appuntamento
Non soltanto Dio, ma ogni creatura che mi dà appuntamento nell’adesso: il mio prossimo mi dà appuntamento. Dio può attendere: l’uomo no. Può darsi che egli abbia soltanto questo momento, da cui dipende la sua salvezza o il suo perdimento. Se manco all’incontro, manco alla giustizia, manco all’amore. “Io avevo fame e non mi avete dato da mangiare”. “I bambini domandano pane e non c’è chi glielo spezzi.” Se uno ha fame e sete ed è ignudo e senza casa, ed io gli dico: “Va in pace: domani provvederò!” bestemmio il Padre che “ad ogni vivente dà il suo sostentamento”. Vi sono soluzioni che non si possono rimandare in attesa della soluzione perfetta, che non danneggi nessuno. Chi ha fame non può attendere. Il pane che va dato è “Il pane di oggi”, “Ciò che si deve fare va fatto subito”.

Commento al Vangelo di oggi:

Ricorre oggi la memoria della Beata Vergine Maria addolorata. Sette sono i dolori ricordati: la profezia del vecchio Simeone: “Una spada trafiggerà la tua anima”; la fuga in Egitto; lo smarrimento e il ritrovamento di Gesù nel tempio; l’incontro con Gesù sulla via del Calvario; la crocifissione; il colpo di lancia e la sepoltura. Le letture di oggi ci offrono un significativo tratto del dolore della Vergine Maria presso la croce di Gesù. Gesù intende per prima cosa provvedere alla madre. La solennità dell’ora, il contesto messianico in cui sono immerse le parole di Gesù, l’intelligenza del mistero di Cristo dimostrata da Giovanni nel corso del suo Vangelo, danno a questa nuova maternità di Maria un significato profondo e spirituale: la madre di Gesù è la madre di tutti i credenti in lui, rappresentati dal discepolo prediletto. Anche la lettera agli ebrei ci presenta Gesù, sommo sacerdote, in un momento drammatico della sua vita mortale: sacerdote e vittima nello stesso tempo, che supplica il Padre ed è esaudito, ma in modo da sperimentare ugualmente l’asprezza dell’obbedire alla sua volontà.

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker