Commento al Vangelo del giorno: Sabato 16 ottobre 2021

Il Vangelo di oggi: Lc 12,8-12

Gesuu-e-i-discepoliIn quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Io vi dico: chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anche il Figlio dell’uomo lo riconoscerà davanti agli angeli di Dio; ma chi mi rinnegherà davanti agli uomini, sarà rinnegato davanti agli angeli di Dio. Chiunque parlerà contro il Figlio dell’uomo, gli sarà perdonato; ma a chi bestemmierà lo Spirito Santo, non sarà perdonato. Quando vi porteranno davanti alle sinagoghe, ai magistrati e alle autorità, non preoccupatevi di come o di che cosa discolparvi, o di che cosa dire, perché lo Spirito Santo vi insegnerà in quel momento ciò che bisogna dire».

Medita

Sperare contro ogni speranza, così ebbe fede il nostro padre Abramo. Se lo traduco nelle ore della mia giornata, quanti salti mortali dentro il vortice delle mie relazioni, dentro gli intrighi della storia, persino dentro quella piccola piazza di mistero che è lo specchio che accoglie il mio volto al mattino. Sperare contro ogni speranza nel volere bene alla mia vita. Credere, ad oltranza, all’amore che inturgida ogni cosa: è il salto di qualità che mi rende credente. Forse è questa l’opera primordiale dello Spirito che è necessario custodire dentro lo scrigno della fede per non smarrire, irrimediabilmente, il senso di quello che sto vivendo.

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker