Commento al Vangelo del giorno: Venerdì 29 ottobre 2021 – Un supremo atto d’Amore

Il Vangelo di oggi: Lc 14,1-6

l'amore di dioUn sabato Gesù si recò a casa di uno dei capi dei farisei per pranzare ed essi stavano a osservarlo. Ed ecco, davanti a lui vi era un uomo malato di idropisìa. Rivolgendosi ai dottori della Legge e ai farisei, Gesù disse: «È lecito o no guarire di sabato?». Ma essi tacquero. Egli lo prese per mano, lo guarì e lo congedò. Poi disse loro: «Chi di voi, se un figlio o un bue gli cade nel pozzo, nonlo tirerà fuori subito in giorno di sabato?». E non potevano rispondere nulla a queste parole.

Contemplo:

Persona nuova
Ho fiducia in me stesso e in una redenzione così radicale? Voglio rompere con la mia ribellione così radicata contro Dio e arrendermi in modo così assoluto al suo amore da far emergere una persona nuova? Ricevere il perdono esige la volontà totale di lasciare che Dio sia Dio e compia ogni risanamento, reintegrazione e rinnovamento. Fin quando voglio fare anche soltanto una parte di tutto questo da solo, mi accontento di soluzioni parziali, come quella di diventare un garzone, un sottomesso, senza alcuna dignità. Come figlio prediletto devo invece rivendicare la mia piena dignità e prepararmi a diventare io stesso il padre. La disciplina è quella di diventare un figlio di Dio.

Commento al Vangelo del giorno:

Gesù vuole da noi l’unità fra l’essere e l’agire, la coerenza fra le nostre parole e le azioni. Egli condanna l’ipocrisia di coloro che si preoccupano esteriormente di apparire quello che nella realtà non sono. Dio vuole da noi la limpidezza del nostro sguardo, l’acutezza della nostra mente, la rettitudine delle nostre azioni. Il Vangelo è una Parola di libertà e va oltre a ogni legge, ogni ordine, ogni limite. La bontà e la misericordia di Dio non si fanno imbrigliare dai mille falsi problemi che segnano la nostra vita. Egli agisce con Amore e l’Amore è superiore a ogni cosa. Anche noi restiamo stupiti, come i farisei, davanti agli interventi di Gesù, anche noi rimaniamo senza parole davanti al suo mettere l’Amore per l’uomo dinanzi ad ogni cosa. D’altra parte ricordiamoci che il nostro Dio ci ha amati a tal punto da farsi uomo per condividere con noi la nostra umanità per farsi carico delle nostre debolezze, fino a morire in Croce per la remissione dei nostri peccati, come supremo atto d’Amore.

 

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker