Il popolo interiore

Trichodes-alvearius-a30921930

«Spesso è più facile convivere con le persone esterne che non con quel popolo interiore che portiamo in noi stessi ». Pierre Nicole

Spesso non lo sappiamo ma viviamo tra due mon­di. Non il mondo reale e quello immaginario, così come siamo abituati a suddividere le cose, ma tra due realtà. La realtà vissuta e la realtà percepita. Ciò che viviamo attraverso gli eventi e il «sentito» che di essi serbiamo. Abbiamo tutto un mondo dentro di noi, un mondo che si evolve fin dalla più pic­cola infanzia e che assorbe, prolunga, completa, trasforma, traduce in sentimenti diversi le nostre esperienze vissute e le relazioni nei confronti degli altri e della vita. Dovremmo essere più attenti ai nostri «eventi interiori» perché sono loro a foggiare il nostro carattere, a renderci felici o tristi, pieni di fiducia o ripiegati su noi stessi, disposti alla mera­viglia o all’angoscia, aperti al timore o piuttosto al­la speranza. Siamo direttamente responsabili della scenografia, dei colori e dell’atmosfera che regnano nel nostro intimo. Ne siete consapevoli?

briciole di vangelo

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.