Io voglio bene a quelli che dormono.

dedicata-a-5b71ca80-9def-40de-80dc-53e7ef5adb04

Io non voglio bene a quelli che non dormono, dice Dio. Come il bambino innocente s’addormenta nelle braccia della mamma, così coloro che non sono in­nocenti, non s’addormentano mai nelle braccia della mia Provvidenza. Colui che non dorme, manca di fedeltà alla speranza. La saggezza umana dice: infelice colui che rimanda. Io invece dico: beato, beato colui che rimanda. Colui che procrastina è beato, perché spera e dorme. La mia piccola speranza è un nulla, come quella pic­cola gemma che spunta al fiorire d’aprile… Quando voi osservate la quercia centenaria, quan­do voi osservate la sua forza e la sua imponenza, la piccola gemma tenera scompare al suo confronto… eppure, tutto è venuto da lei: senza quella gemma, che sembra un nulla, la quercia non sarebbe che un tron­co morto.

Aiutaci, scopri come

 Charles Péguy

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *