La bontà di Dio

erano-belli-847c79c4-c0a3-438b-945a-5793c276fe37

La Parola

«Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. Perché chiunque chiede riceve, e chi cerca trova, e a chi bussa sarà aperto. Chi di voi, al figlio che gli chiede un pane, darà una pietra? E se gli chiede un pesce, gli darà una serpe? Se voi, dunque, che siete cattivi, sa­pete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vo­stro che è nei cieli darà cose buone a quelli che gliele chiedono! Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: questa infatti è la Legge e i Profeti».

 

Le Parole

Nella vita di ogni giorno non mancano situazioni in cui siamo “costretti” a chiedere. Dalla più semplice richie­sta di un servizio alla domanda per un posto di lavoro. Nella vita dello spirito non siamo “costretti” ma “invi­tati” a pregare, a domandare. A volte, come si dice in un altro passo della Parola, non sappiamo domandare e quindi non otteniamo. Oggi il brano di Matteo ci con­forta, perché se cerchiamo troveremo, se bussiamo ci sarà aperto! Affidiamo le nostre preghiere con fede a Maria, potremo così ottenere dal Padre “cose buone”!

Il seme e il germoglio

Oggi troverò dieci minuti nella mia giornata per stare in ascolto della Pa­rola di vita. Poi, domanderò anch’io al Padre che è nei cieli… “cose buone” per me, per la mia famiglia, per la mia comunità par­rocchiale, per tutta la comunità sociale. Però prima dovrò mettermi in ascolto delle domande più o meno esplicite dei fratelli, che mi chiedono un po’ di tem­po da mettere a loro disposizione. Solo così sarò certo di chiedere al Pa­dre “cose buone”.

La lode

Signore Gesù, quest’oggi ti prego con la preghiera che Tu mi hai insegnato: Padre nostro che sei nei cieli… perché voglio imparare a domandare, a chiedere quello che Tu vuoi per me e per i miei fratelli. Amen.