Percorso di Quaresima

La Quaresima? Un piccolissimo dipinto

paolo-vi“Per me la Quaresima è come una Cattedrale” Queste parole del Beato Paolo VI mi hanno colpito e fatto comprendere la profondità e la bellezza del periodo liturgico che iniziamo quest’oggi con l’austero rito delle Sante Ceneri. Come in una Cattedrale la perfezione delle linee e degli spazi si intreccia con la penombra e il fioco baluginare delle candele , l’immensità delle navate con la piccola ombra di chi si inginocchia per la preghiera così la Quaresima è l’incontro tra la grandezza della misericordia divina e la miseria dell’uomo. E’ l’inizio di un cammino, di un rifacimento interiore che porta dalla decadenza del peccato al luminoso affresco dell’ “Imago Dei”. Mi piace immaginare la mia vita come un piccolissim0 dipinto, carico di storia, logoro e sbiadito, incastonato nella navata di una Basilica. Un affresco che cattura l’attenzione non per la bellezza e la luminosità dei tratti ma per la precarietà della sua condizione, per il suo bisogno di essere restaurato e recuperato se non si vuole rischiare il definitivo dissolversi dell’intonaco. Sì, la voglio immaginare così la mia Quaresima: un estremo recupero, un attento e minuzioso restauro per stuccare le crepe e far riemergere dalle scrostature la luminosità degli antichi colori. Se la mia vita, la vita di ogni uomo, è un segno della grandezza di Dio, il suo recupero è il capolavoro della sua compassione, di quella carità che, al contatto col dissolversi dell’umana debolezza, diventa misericordia.

Don Luciano Vitton Mea

   

il Podcast di don Luciano