Sentieri nuovi

Mani-di-meccanico-a32530785

« Non andate dove può condurre il sentiero.
Andate dove non c’è sentiero
e lasciate una traccia
».

Ralph Waldo Emerson

Non c’è nulla di più rassicurante quando ci si avven­tura in un bosco che seguire un sentiero segnato dai passi di chi ci ha preceduto e in cui la sterpaglia ai bordi sia stata ben discosta dai passaggi successivi. Ci piacciono gli itinerari ben segnalati, i sentieri in­dicati, gli obiettivi annunciati in anticipo. Siamo più imitatori che pionieri. Eppure, la bellezza della no­stra condizione consiste nel metterci in cammino e avventurarci senza sapere, nell’obbedire a uno slan­cio, a un’intima convinzione, a un entusiasmo, a una passione. Mossi da tale energia, come sapremmo allora accontentarci dei sentieri, degli itinerari e dei passaggi catalogati, di seguire la guida e la schiera dei turisti? Osiamo avventurarci là dove nessuno ha creduto di poter aprirsi un cammino, osiamo esplo­rare ciò che gli altri, per paura, indifferenza o igno­ranza non hanno mai cercato di affrontare. Che il vostro pensiero sia inedito, il vostro cuore ardito e il vostro passo febbrile calpestando i nuovi territori di cui la vita è prodiga…