Sperimentare la misericordia di Dio

“..a ciascuno di noi è stata data la grazia secondo la misericordia di Cristo.” (Ef 4,1-7.11-13)

L’invito perentorio di Paolo, non potrebbe essere più appropriato: ci si deve impegnare a comportarsi in maniera degna della chiamata che si è ricevuta. Dio, quando fa un dono, si aspetta che noi siamo in grado di svilupparlo e di metterlo al servizio degli altri. Forse a volte potremmo non essere consapevoli dell’altissima dignità a cui siamo stati chiamati: egli ci ha chiamato dalle tenebre alla sua ammirabile luce, senza nessun merito da parte nostra, perché noi potessimo vivere su questa terra già come cittadini del cielo. Dio non guarda a come siamo, ma come potremmo essere se accogliessimo la sua grazia. Così è stato per l’evangelista Matteo: egli ha sperimentato la misericordia di Dio ed è divenuto degno annunciatore del Vangelo.