Il presente mi consola

il-gregge-d3d14879-6da8-43bf-9acd-cd6fcd7156b7

« Il pensiero del passato mi umilia e mi confonde; il pensiero del presente mi consola perché è ancora tempo di misericordia; il pensiero dell’avvenire mi infonde coraggio nella speranza di poter redimere il tempo perduto. Non preoccuparti per nulla del tuo avvenire, pen­sando che forse tu stai presso la porta dell’eternità, e insieme sii sempre contento di vivere così, lontano dagli occhi, non dolendoti di essere poco apprezzato. Insisterò sempre nel tenermi familiare il pensie­ro della morte, non a tristezza, ma anzi a lume e a elevazione lieta e tranquilla della vita che ancora mi resta quaggiù ». (Giovanni XXIII)

 Il problema non è ciò che accadrà, ma come stiamo vivendo, perché il futuro è nel modo di vi­vere il presente. (Stefano Zecchi)