Attenzione e gratuità

Amate-barche-a32550936

«Se ti possono prendere ciò che possiedi, chi può prenderti ciò che doni?» Antoine de Saint-Exupéry

Un buon modo di mettere la propria fortuna in un luogo sicuro consiste nel fare in modo che essa sia composta di doni, generosità, buone intenzioni, delicate attenzioni e gratuità di ogni genere. E in­fatti, che cosa è più capitale di questo capitale? E che cosa è più invulnerabile di una simile fortuna? Quando abbandoneremo dunque l’idea bizzarra di classificare le più grandi fortune mondiali in fun­zione della ricchezza materiale invece di classifi­carle per quanto apportano e donano al mondo? Ristabilendo i vari valori del dono di sé, della con­divisione e della fraternità, ritroveremo in testa alla lista: missionari della carità, sconosciuti che hanno dedicato la propria vita al capezzale dei malati e ai più sfortunati del pianeta, profeti che passano la maggior parte del tempo a salvare le anime stimo­lando il coraggio, l’entusiasmo, il gusto di vivere, la preoccupazione e il rispetto dell’altro e di tutto ciò che vive. Allora trionferanno le forze della vita ed emergerà una nuova umanità, radiosa, liberata dai suoi antichi demoni, e infine posta nella luce della salvezza e della sua vocazione originaria.