Fare un sacrificio

Tecno-Sirena-a32477431

Ad un uomo, quand’era bambino, venne chiesto di fare un sacrificio. Chiese perché lo dovesse fare. “Fallo per me”, gli disse la madre. Il bimbo perse qualcosa, ma qualcosa acquistò. Quando giunse all’età adulta gli vennero chiesti altri sacrifici. Domandò perché li dovesse fare. “Falli per me”, gli disse il padre. Il giovane perse parecchio, ma acquistò molto. Il giorno del matrimonio, all’uomo fu chiesto di sacrificarsi ancora. Chiese perché dovesse farlo. “Fallo per me”, gli rispose la sposa. Perse moltissimo, acquistò moltissimo.
Quando poi ebbe dei figli, i sacrifici richiesti furono mille. Chiese perché li dovesse fare. “Falli per noi”, gli dissero i figli. Perse quasi tutto, acquistò quasi tutto. Arrivò alfine la vecchiaia. L’uomo s’accorse di non avere più niente. Dov’era sparito ciò che aveva acquistato? “E’ in te”, gli disse una voce, “tu non hai più niente ma sei diventato qualcuno”.