Commento al Vangelo del giorno: 02 Luglio 2020 – “Coraggio!”

Il Vangelo di oggi: Mt 9,1-8

gesu guarisce paraliticoIn quel tempo, salito su una barca, Gesù passò all’altra riva e giunse nella sua città. Ed ecco, gli portavano un paralitico disteso su un letto. Gesù, vedendo la loro fede, disse al paralitico: «Coraggio, figlio, ti sono perdonati i peccati». Allora alcuni scribi dissero fra sé: «Costui bestemmia». Ma Gesù, conoscendo i loro pensieri, disse: «Perché pensate cose malvagie nel vostro cuore? Che cosa infatti è più facile: dire “Ti sono perdonati i peccati”, oppure dire “Àlzati e cammina”? Ma, perché sappiate che il Figlio dell’uomo ha il potere sulla terra di perdonare i peccati: Àlzati – disse allora al paralitico –, prendi il tuo letto e va’ a casa tua». Ed egli si alzò e andò a casa sua. Le folle, vedendo questo, furono prese da timore e resero gloria a Dio che aveva dato un tale potere agli uomini.

Contemplo:

La misericordia:
Gesù ha attraversato le città con uno sguardo pieno di misericordia e di affetto per le persone. Ha saputo coglierne le necessità, le sofferenze e i desideri profondi. Con libertà e generosità li ha raccolti nel proprio cuore. Come è il mio sguardo sulle persone che incontro, sulle situazioni che vivo, sugli avvenimenti del mondo in cui vivo? Dalle parole e dai gesti degli altri quale bisogno mi si presenta e quale risposta di amore intendo vivere?

Commento al Vangelo del giorno:

“Coraggio, figlio, ti sono perdonati i peccati.”
Il Signore attraverso questo brano del vangelo si rivolge a noi oggi: il paralitico, attorniato dalla fede delle persone che lo accompagnano da Gesù, è già guarito nello spirito da queste parole. Gesù è potente in opere e parole e si manifesta come messia, colui che è venuto per perdonare i peccati del popolo. Anche noi, a volte, siamo paralitici: incapaci di camminare da soli nella fede. Abbiamo bisogno dei fratelli che ci accompagnano con la loro testimonianza da Gesù. Egli ci chiama figli e ci dice: Coraggio! Conosce di cosa siamo plasmati , scruta i nostri cuori e li guarisce. Il perdono è la fonte della vera guarigione in quell’uomo e in noi!