Commento al Vangelo del giorno: 15 Gennaio 2021 – Alzati…

Il Vangelo di oggi: Mc 2,1-12

gesu guarisce paraliticoGesù entrò di nuovo a Cafàrnao, dopo alcuni giorni. Si seppe che era in casa e si radunarono tante persone che non vi era più posto neanche davanti alla porta; ed egli annunciava loro la Parola. Si recarono da lui portando un paralitico, sorretto da quattro persone. Non potendo però portarglielo innanzi, a causa della folla, scoperchiarono il tetto nel punto dove egli si trovava e, fatta un’apertura, calarono la barella su cui era adagiato il paralitico. Gesù, vedendo la loro fede, disse al paralitico: «Figlio, ti sono perdonati i peccati». Erano seduti là alcuni scribi e pensavano in cuor loro: «Perché costui parla così? Bestemmia! Chi può perdonare i peccati, se non Dio solo?». E subito Gesù, conoscendo nel suo spirito che così pensavano tra sé, disse loro: «Perché pensate queste cose nel vostro cuore? Che cosa è più facile: dire al paralitico “Ti sono perdonati i peccati”, oppure dire “Àlzati, prendi la tua barella e cammina”? Ora, perché sappiate che il Figlio dell’uomo ha il potere di perdonare i peccati sulla terra, dico a te – disse al paralitico –: àlzati, prendi la tua barella e va’ a casa tua». Quello si alzò e subito prese la sua barella, sotto gli occhi di tutti se ne andò, e tutti si meravigliarono e lodavano Dio, dicendo: «Non abbiamo mai visto nulla di simile!».

Contemplo:

Non è formalista:
Con lui non è obbligatorio un particolare galateo, ma basta essere contenti di lui e della sua presenza. Poi ogni tavola è adatta, ogni sedia va bene, basta qualsiasi scodella, non occorrono i calici d’oro. Tutti quelli che li hanno creduti necessari è perché hanno trasportato in Dio i loro gusti. Quando tu riesci ad essere contento di Dio, puoi essere tranquillo che Dio è contento di te. Non guarderà a quello che c’è sulla tavola, ma guarderà se il tuo cuore ha dato tutto quello che poteva dare. Con lui tutto diventa divisibile, senza di lui la moneta d’oro non è divisibile, ma divide. Senza di lui gli uomini a tavola non possono andar d’accordo, con lui sono d’accordo anche se c’è poco pane. Quando c’è lui, si moltiplica il pane, anche se non lo benedice.

Commento al Vangelo del giorno:

“Alzati, prendi la tua barella e va’ a casa tua”
Com’è il riposo del Signore, quello in cui dobbiamo affrettarci ad entrare? Non certo quello della pigrizia e della sonnolenza. Quell’uomo che se ne torna a casa con quel lettuccio sotto braccio è l’immagine di come la fede può rimettere in movimento le migliori energie che sono spesso bloccate. E’ il riposo attivo di chi contempla le opere di Dio nella vita del mondo, come le contemplava il Creatore nel settimo giorno. E’ l’impegno fatto di fatica ma anche di fantasia creativa di coloro che non si scoraggiano di fronte alle difficoltà, ma trovano soluzioni ingegnose ai problemi. E’ il senso di solidarietà che si adopera perché tutti possano incontrarsi con il perdono di Dio e ritrovino fiducia nella vita. E’ la speranza che con l’aiuto dei buoni e con la grazia del Signore anche le situazioni umanamente senza sbocco possano tramutarsi in occasioni per cui rendere gloria a Dio.