E’ sempre Pasqua

È sempre Pasqua, con la sua immensa carica di vita che ci restituisce. Ogni anno in modo nuovo. Perché oggi più che mai, di Cristo Risorto abbiamo immenso bisogno. Di Colui, cioè, che è tornato vivo, con le sue gambe dal cimitero. L’unico nella storia. Ed è nel suo cuore risorto che possiamo rileggere la storia. Mia e tua. Perché diventi storia di speranza per tutti. Perché oggi, il nostro tempo di mete appassionanti ha bisogno. Cioè di prospettive lunghe e chiare, che diano senso al nostro camminare su strade di mistero. C’è un piccolo episodio, nei Padri del deserto, quei monaci antichi, vivacissimi… Un giorno un giovane monaco chiede ad un anziano: “Come mai mi capita di scoraggiarmi facilmente?”. “Perché non hai ancora visto la meta” – rispose quell’anziano, dagli occhi profondi. Erano occhi intrecciati di luce pasquale. Perché il non vedere la meta, è oggi, la grande tragedia di questo nostro tempo. Che tante cose vende nei negozi aperti purtroppo anche di domenica, ma fatica a donare mete, ad indicare prospettive, a dare senso al dolore. C’è bisogno di quel calore di Pasqua che sappia far fiorire i rami secchi nel cuore della nostra gente.

 “Ogni giorno con te” Giancarlo Maria Bregantini