IL tesoro nascoto

La preghiera è un tesoro del Vangelo, apre una stra­da che porta ad amare e perdonare. Il perdono può cambiare il nostro cuore e la nostra vita: si allontanano allora le severità, le durezze di giu­dizio, per lasciar posto alla bontà e alla benevolenza del cuore. Ed eccoci capaci di comprendere più che di essere compresi. Chi vive del perdono riesce ad attraversare le situa­zioni indurite proprio come l’acqua del ruscello che, all’inizio della primavera, si scava un passaggio attra­verso la terra ancora gelata. Per quanto ci sentiamo sprovvisti, una delle urgen­ze oggi è mettere comprensione laddove ci sono con­trasti. Bastano certi ricordi del passato per mantene­re le distanze fra le persone come anche fra le nazio­ni. Niente è più tenace della memoria di ferite e umiliazioni. Cercare instancabilmente di perdonare e di riconciliarsi apre ad un futuro inatteso. E ciò che è vero per ogni persona, lo è anche in quel mistero di comunione che è il Corpo di Cristo, la sua Chiesa.

Roger Schutz