L’alleanza tra Dio e l’umanità intera

“…egli rimane sacerdote per sempre…” (Eb 7,1-3.15-17)

alleanzaMelchisedek viene presentato dalla Genesi come un personaggio eterno; l’autore sacro argomenta questa tesi basandosi sul fatto che di questo personaggio in realtà non si conosca niente. Proprio per questo motivo egli è la figura migliore che anticipa e accenna alla persona e all’opera di Gesù Cristo. Anche Cristo è sacerdote non per generazione umana. Egli è “sacerdote per sempre”, perché offre a Dio se stesso. Non celebra sacrifici con animali; nella Cena pasquale presenta la sua morte e risurrezione con i segni del pane e del vino, offerti e donati ai suoi per rinnovare l’alleanza tra Dio e l’umanità intera. Anche per noi, il pane e il vino sono segno di alleanza con Dio e della sua continua benedizione sul mondo. E questo vuol dire che egli desidera continuare la sua opera attraverso di noi, suoi ministri, sia solo battezzati che anche sacerdoti, ministri del tutto particolari.

Forse potrebbe interessarti: