Un nuovo giorno

Inizia un altro giorno. Gesù vuol viverlo in me. Lui non si è isolato. Ha camminato in mezzo agli uomini. Con me cammina tra gli uomini d’oggi. Incontrerà ciascuno di quelli che entreranno nella mia casa, ciascuno di quelli che incrocerò per la stra­da, altri ricchi come quelli del suo tempo, altri pove­ri, altri eruditi e altri ignoranti, altri bimbi e altri ve­gliardi, altri santi e altri peccatori, altri sani e altri in­fermi. Tutti saranno quelli che egli è venuto a salvare. Ciascuno, colui che è venuto a salvare. A coloro che mi parleranno, egli avrà qualche cosa da dire. A coloro che verranno meno, egli avrà qualche cosa da dare. Ciascuno esisterà per lui come se fosse il solo. Nel rumore egli avrà il suo silenzio da vi­vere. Nel tumulto la sua pace da portare. Gesù, in tutto, non ha cessato di essere il Figlio. Vuo­le in me rimanere legato al Padre. Dolcemente legato, ogni secondo, sospeso su ciascun secondo come un sughero sull’acqua. Dolce come un agnello di fronte a ogni volontà del Padre. Tutto sarà permesso in questo giorno che viene, tut­to sarà permesso ed esigerà che io dica il mio sì. Il mondo dove Lui mi lascia per esservi con me non può impedirmi di essere con Dio; come un bimbo porta­to sulle braccia della madre non è meno con lei per il fatto che cammina tra la folla.

Aiutaci, scopri come

Madeleine Delbrél

__________

Ascolta l’audio commento al Vangelo del giorno di don Luciano, scegli tra:

youtube-logo apple podcast logo spreaker

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *