Il valore del nostro lavoro

Il valore del nostro lavoro

26 Aprile 2012 Approfondimenti 0

Chiediamo luce a Gesù Cristo, nostro Signore, e pre­ghiamolo di aiutarci a scoprire, in ogni momento, il significato divino che trasforma la nostra vocazione professionale nel cardine sul quale poggia e ruota la nostra chiamata alla santità. Nel Vangelo potete leg­gere che Gesù era conosciuto come l’artigiano, il figlio di Maria: ebbene, anche noi, con santo orgoglio, dob­biamo dimostrare coi fatti che-siamo lavoratori, uo­mini e donne che lavorano! Dato che ci dobbiamo comportare sempre come in­viati di Dio, dobbiamo ricordare molto bene che non lo serviamo con lealtà quando trascuriamo il nostro lavoro; quando non condividiamo con gli altri l’impe­gno e l’abnegazione nel compiere i doveri professio­nali; quando diamo motivo di essere giudicati scan­safatiche, leggeri, superficiali, disordinati, pigri, inu­tili… Perché chi trascura questo genere di doveri, solo in apparenza meno importanti, difficilmente riuscirà vittorioso nei doveri della vita interiore, che certamente sono più difficili. «Chi è fedele nel poco, è fedele an­che nel molto; e chi è disonesto nel poco, è disonesto anche nel molto».

Aiutaci a sfamarli, basta 1€ per sostenere le campagne di Non di Solo Pane

dona ora cuore amico

Josemaría Escrivd de Balaguer

   

il Podcast di don Luciano

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *