Ma noi galleggiamo

Sono-perfetto-a32200098

Il potente re Milinda disse al vecchio sacerdote: «Tu dici che l’uo­mo che ha compiuto tutto il male possibile per cent’anni e prima di morire chiede perdono a Dio, otterrà di rinascere in cielo. Se invece uno compie un solo delitto e non si pente, finirà all’inferno. E giu­sto questo? Cento delitti sono più leggeri di uno?». Il vecchio sacerdote rispose al re: «Se prendo un sassolino gros­so così, e lo depongo sulla superficie del lago, andrà a fondo o gal­leggerà?». «Andrà a fondo», rispose il re. «E se prendo cento grosse pietre, le metto in una barca e spingo la barca in mezzo al lago, andranno a fondo o galleggeranno?». «Gal­leggeranno». «Allora cento pietre e una barca sono più leggere d’un sassoli­no?». Il re non sapeva che cosa rispondere. E il vecchio spiega: «Così, o re, avviene agli uomini. Un uomo anche se ha molto peccato ma si appoggia a Dio, non cadrà nell’inferno. Invece l’uomo che fa il male anche una volta sola, e non ricorre alla misericordia di Dio, andrà perduto».

BRUNO FERRERO in Cerchi nell’acqua, p. 34