“Papa Francesco ripara la mia chiesa”: benvenuto Santità.

735171_10200313137824226_271177079_n

Advertisements

L’impatto mediatico del nuovo papa Francesco segna una svolta nella storia della Chiesa. Si è presentato al mondo intero in una semplice veste bianca lasciando nella sacrestia della Cappella Sistina la mantellina rossa d’ermellino e la croce pettorale d’oro arricchita di preziosissime gemme. Nessun gesto eclatante, ma un garbato e cordiale “buonasera”; non si presenta come sommo pontefice e neppure come Papa ma ricorda che il compito dei Collegio Cardinalizio era quello di eleggere il Vescovo di Roma. Spiga con semplicità, usando le parole di S. Ignazio di Antiochia, che “il compito della Chiesa di Roma è quello di presiedere nella carità tutte le Chiese” rimembrando così a tutti che il primo titolo del Romano Pontefice è quello di essere “sevo dei servi di Dio”.   Prima di impartire la Benedizione Solenne si inchina davanti al popolo chiedendo a sua volta, nel silenzio, una preghiera di intercessione per la sua nuova missione. Prega per il suo predecessore, il Vescovo Emerito Benedetto XVI (non possono più esistere nella Chiesa di Cristo lotte di potere) con la semplicità di un padre o una madre di famiglia che con i propri figli si rivolgono a Dio con il “Padre Nostro”, il “Gloria” e una semplice “Ave Maria”. Preghiere che tutti sanno, che abbiamo respirato fin dalla più lontana infanzia: anche i cuori più lontani per un attimo sono tornati a casa, tutti siamo tornati un poco bambini. Chi l’avrebbe mai detto? Sono saltati i rigidi protocolli e si annunciano tempi difficili per i vari “cerimonieri”; il protocollo e le forme mantengono la loro importanza ma quel semplice “buona sera” abbraccia tutti, i buoni e i cattivi, i vicini e i lontani. E’ tornata la semplicità e umiltà, il volto del primo papa, il “povero pescatore” del lago di Galilea: “Rendiamo Grazie a Dio”.

Advertisements

don luciano vitton mea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *